giovedì 13 marzo 2008

LA COSTITUZIONE VA ATTUATA E NON GETTATA VIA

Da più parti, in questi giorni, si manifestano intenzioni di dar vita a un’Assemblea Costituente, o di modificare la Costituzione in modo tale da stravolgerne l’impianto e la natura parlamentare della Repubblica nata dalla Resistenza.

Come Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti esprimiamo con forza la nostra più netta e totale contrarietà e l’estrema apprensione di fronte a proposte di questo tipo che hanno come presupposto il superamento e la negazione della Costituzione attuale e dei valori che ne sono il fondamento.
I necessari aggiornamenti dunque devono collocarsi nell’alveo della Costituzione del 1948, rispettarne lo spirito e gli ideali e seguire la strada dell’art. 138.
Ogni altra soluzione equivale alla volontà di gettare la Costituzione nel cestino.
E contro questa evenienza ci batteremo sempre e senza tregua.
Invitiamo quindi tutti i cittadini, alle prossime elezioni politiche, a sostenere solo quelle forze che si impegnino con chiarezza su questi punti.
E chiediamo ai giovani di fare propria la battaglia per la piena attuazione della Carta Costituzionale, unica garanzia del loro futuro e dello sviluppo civile e sociale dell’Italia.

ANPPIA
contattaci: info@anppia.it

1 commento:

Serena ha detto...

Benvenuta nel mondo dei blog!
Anche nel mondo virtuale, come in quello reale c'è bisogno dell'antifascismo!

Serena
www.serenacolonna.ilcannocchiale.it